venerdì 13 dicembre 2013

PanDorato

Oggi, 13 dicembre, in molte località si festeggia S.Lucia, molti bambini ricevono i regali che la santa porta a loro sul carretto trainato dall'asinello. Sapete tutti che S.Lucia è cieca, quindi è usanza appendere alle finestre e ai balconi mazzetti di fieno, l'asinello ne sente l'odore e si ferma consentendo alla santa di lasciare i doni ai bambini!!!
Per festeggiare questo giorno speciale, ho pensato ad un dolce che alla prima occhiata può sembrare un panettone, diciamo che gli assomiglia molto nell'estetica e devo dire molto anche nel sapore. Nella ricetta viene chiamato Casatiello dolce, ma vista la incredibile somiglianza con il più famoso dolce, e dato che ho modificato la glassa, preferendone una all'amaretto e mandorle, ho pensato di cambiargli nome in... PanDorato!!! Comunque, che sia panettone, casatiello o pandorato, poco importa, quello che conta è che è straordinariamente buono. Se come me non avete il lievito madre, e volete fortissimamente portare in tavola un ottimo dolce natalizio fatto con le vostre mani, vi consiglio di preparare questa ricetta, stupirete tutti!!!



INGREDIENTI:
(da Più Dolci)
350 g di farina manitoba
100 g di zucchero
100 g di uvetta ammollata
100 g di scorza candita di arancia a pezzettini
120 g di burro a pomata
3 tuorli
25 g di lievito di birra
100 g di acqua
50 g di latte circa
scorza grattugiata di un limone
1 bicchierino di liquore (io amaretto)
1 cucchiaino di sale
PER LA GLASSA:
2 albumi
zucchero q.b.
amaretti q.b.
mandorle q.b.
zucchero in granella q.b.  

Miscelate l'acqua e il latte e scioglietevi il lievito di birra.
Nella planetaria inserire la farina setacciata, lo zucchero e il sale, poi versate il latte con il lievito e impastate molto bene.
Unite i tuorli, assorbiteli e inglobate il burro un po' per volta, procedete ad impastare per almeno 10 minuti.
Aggiungete gli aromi ( la scorza del limone grattugiato e il liquore)e continuate ad impastare fino ad ottenere un impasto lucido, setoso e morbido.
Unite velocemente i canditi e l'uvetta, lavorate ancora un po' per distribuirli uniformemente, quindi versate l'impasto nello stampo.
L'impasto arriverà a 1/3 dell'altezza dello stampo e , alla fine della lievitazione (circa 4 ore), deve raggiungere il bordo.
Preparate la glassa: in una terrina mettere gli albumi, unire lo zucchero e gli amaretti, dovete ottenere una crema dalla consistenza spalmabile.
Una volta che il dolce ha raggiunto la giusta lievitazione, spalmare la superficie con la glassa, completare con mandorle e zucchero in granella.
Infornate il dolce a 175° per 45-50 minuti. Dopo i primi 15 minuti di cottura, copritelo con un foglio di carta alluminio.
Estraete il dolce dal forno e fatelo raffreddare su una gratella.

Per rendere ancora più ricco il pandorato, ho sostituito la scorza d'arancia candita, con fichi, albicocche e mirtilli secchi!!!

Buon fine settimana, alla prossima...Ely... 

37 commenti:

  1. belissimo!!!! ma credi si possa gestire a a mano?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vale, penso di si, devi lavorarlo molto bene e inserire il burro un po' alla volta, se hai un frullatore con le fruste a gancio ancora meglio!!!
      Grazie, bacioni e buona giornata...

      Elimina
  2. Che spettacolo, questo si che è un bel modo di festeggiare questa giornata!!!!

    RispondiElimina
  3. Verissimo, sembra proprio un panettone, ma molto più facile e veloce. Buonissimo!

    RispondiElimina
  4. Che bello Ely!! E grazie per le spiegazioni precise!!

    RispondiElimina
  5. Voglio provarlo. Tante volte ho cercato di fare il panettone ma non mi è mai riuscito.

    RispondiElimina
  6. Meraviglioso, un vero capolavoro, complimenti!!!

    RispondiElimina
  7. Mamma mia Ely, che meraviglia questo pandorato :) Curiosissima di assaggiarlo..
    Qui da noi la tradizione vuole che vengano organizzati dei fuochi in campagna e ci si mangia attorno..in particolare frittelle di pane e focaccia farcita, il così detto calzone.
    TI abbraccio :)

    RispondiElimina
  8. Che meraviglia Ely, sono a bocca aperta e vorrei potermi deliziare con quella fetta e con le tue precise e meticolose spiegazioni forse che forse ...
    Mi piace anche che sembri più fattibile di un panettone (sembra...hehe!!)
    un caro bacione e felice fine settimana

    RispondiElimina
  9. Splendido, qualsiasi sia il nome il gusto non cambia e questa ricetta ti è riuscita a meraviglia, complimenti :-)

    RispondiElimina
  10. Cara Ely, peccato che abitiamo lontane, altrimenti io ti offrirei un buon tè e tu una fetta di questo favoloso Pandorato. Ti è venuto veramente bene!
    Un sereno fine settimana
    Susy

    RispondiElimina
  11. Che meraviglia! Ely, è straordinario questo pandorato. Ha un aspetto fantastica e sembra un panettone. Copio la ricetta immediatamente. Complimenti, sei stata eccezionale! :-)

    RispondiElimina
  12. Semplicemente spettacolare!!
    Sei un fenomeno Ely!!
    Un mega bacio e buon fine settimana
    Carmen

    RispondiElimina
  13. Bravissima Ely, un dolce speciale per festeggiare S. Lucia.
    Passa un felice fine settimana, ciao, un bacione!!!

    RispondiElimina
  14. Cara Ely, da noi la tradizione di Santa Lucia non c'è ed è un vero peccato perchè quando c'è da far festa con i bambini è sempre bello, come è bello, anzi bellissimo il tuo PanDorato !
    Facile anche da fare per chi come me non ha lievito madre , una bellissima ricetta , complimenti!
    Un bacio con l'augurio di buon fine settimana !

    RispondiElimina
  15. Sembra veramente un panettone e direi che può essere una valida alternativa!
    E' bellissimo, Ely! Complimenti cara e buon fine settimana. La colazione di domani mattina sarà speciale con questa meraviglia di pandorato.

    RispondiElimina
  16. Che bello che è Ely, somiglia a un panettone ma più consistente. Sei stata bravissima!! Buona serata tesoro

    RispondiElimina
  17. a me sembra proprio un panettone, comunque sia è stupendo e sei stata bravissima...che voglia di assaggiarne una fetta!!!!!!!!
    bacioni e buon fine settimana

    RispondiElimina
  18. Ely tu 6 troppo brava..non posso che umilmente complimentarmi con te!
    la zia Consu
    ps:felice we <3

    RispondiElimina
  19. Sono sbalordita. E' semplicemente perfetto. Io vado davvero matta per il panettone, e questo tuo pane e' semplicemente divino. Ma e' difficilissimo da fare, tu sei troppo brava cara!

    RispondiElimina
  20. golosissimo e bellissima la presentazione, la prima foto è vera magia di Natale!!!!!!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  21. meraviglia cara Ely, come d'altronde tutto cio' che fai...complimenti di cuore, bravissima!!!!!

    RispondiElimina
  22. Beh Ely....preso e salvato! Quest'anno non mi sento di andarmi a impelagare nella classica preparazione del panettone....quindi salvo e faccio questa tua proposta! Mi hai proprio salvato in calcio d'angolo! Ormai avevo rinunciato invece anche io proporrò il dolce di Natale grazie a te!

    RispondiElimina
  23. PanDorato, nome azzeccato! Perfetta preparazione, buonissimo e anche ben presentato! Un abbaraccio

    RispondiElimina
  24. che meraviglia Ely, complimenti davvero, buon we

    RispondiElimina
  25. Ely ma sei un portento con i lievitati... perfetto questo pandorato.. perfetto davvero... anche l'impasto crudo è magnifico, per non parlare della fetta e dell'alveolatura che ti è venuta... bravissima davvero... non ho il lievito madre... ma potrei provare con quello di birra... anche se con i tempi non ci sono la segno e poi magari ti riscrivo per il lievito... intanto ti abbraccio tanto e ti rinnovo i miei complimenti per questa meraviglia:**

    RispondiElimina
  26. il est parfait et délicieux , joliment présenté bravo
    bonne soirée

    RispondiElimina
  27. E' vero sembra proprio panettone! ti e' venuto benissimo! bravissima!

    RispondiElimina
  28. Splendido dolce complimenti !!!

    RispondiElimina
  29. a prima visto ho penato anch'io fosse un panettone!! meraviglia per i miei occhi.. mi hai fatto venire un languorino...!!! buona domenica!

    RispondiElimina
  30. Complimenti bellissimo, sai che quando vedo questi lievitati mi sale un pizzico di gelosia? i miei tentativi (2) hanno dato risultati piuttosto deludenti perchè l'impasto cotto è risultato duro.

    RispondiElimina
  31. carissima Ely, si qui a bergamo santa lucia ha portato i doni e non ti dico la mia sofie che felicità!!
    questo pandorato è magnifico, complimenti mia cara!

    RispondiElimina
  32. Ely, ma chiamiamolo come vuoi tu, l'importante è mangiarselo! :)
    Baci!

    RispondiElimina
  33. Ely, scusa, mi è sfuggito una cosa...lo stampo da quanti cm è? Perché io non ho quelli di carta, vorrei provare a farli con uno stampo normale, ma evidentemente mi è sfuggita la dimensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona, lo stampo di carta che ho utilizzato io misura: 11 cm di altezza e 16 cm di diametro, credo sia la dimensione per un panettone di circa 1 kg ^_*
      Se provi a farlo, mi farebbe piacere sapere come è andata e se vi è piaciuto!!!
      Bacioni e grazie...

      Elimina
    2. Rettifico, e' per un panettone di circa 750 g.
      A presto...

      Elimina
    3. Rettifico, e' per un panettone di circa 750 g.
      A presto...

      Elimina